Categoria: Sanità pubblica

Vaccini subito per tutti?

Italia di nuovo in gran parte “chiusa”. Le cifre fanno paura. Più di 100 mila decessi in un anno. Oltre 400 morti e 20 mila contagiati al giorno per la travolgente terza ondata del Covid-19. Tutte le regioni sono “rosse” e “arancioni” tranne una “bianca (la Sardegna). Il governo Draghi punta a vaccinare ovunque sia possibile con l’obiettivo di vaccinare tutti gli italiani entro l’estate.
I problemi sono enormi: le conseguenze dello stop di 3 giorni al vaccino AstraZeneca, il conflitto tra sete di libertà-fame di lavoro e nuove severe restrizioni ai cittadini, la scarsità dei vaccini importati, l’esigenza di produrre in Italia, la logistica su come e dove vaccinare…

Sanità territoriale da ricostruire

L’ecatombe causata dal Covid-19 in Italia ha tante cause. La malandata sanità non ha retto alla valanga della pandemia. Gli ospedali pubblici sono stati travolti dai malati e dai “positivi”, le terapie intensive (soprattutto nella ricca e sviluppata Lombardia) sono andate in tilt. Gli ospedali privati, in gran parte dei casi, sono stati colti gravemente impreparati.

Caricamento in corso

TAG